post

La Vasca di Davide Bianchi

Buongiorno a tutti! Mi chiamo Davide Bianchi e sono uno studente di “Allevamento e Benessere Animale” che nei weekend si trasforma in istruttore di nuoto…acqua e animali fanno di me un fan degli acquari da sempre.

Ecco la mia vasca: È un berlinese di 110lt (misure:70x45x50cm) più 30lt. circa di sump, all’interno ospita un BM Nac6, come illuminazione invece utilizzo una radion G2 .
La vasca è stata avviata circa un anno e mezzo fa con 50% di roccia viva fiji e 50% di roccia morta.

Per la gestione della vasca sono abbastanza essenziale e per praticità ho preferito non mettere la sabbia, visto che alimento anche 3 volte a settimana con cibo granulare e un preparato congelato home-made, di conseguenza ho a che fare con diverso sedimento durante i cambi (ogni 15-30gg a seconda di quanto alimento). Non sono un fan delle vasche miste e mi sono pentito di diversi inserimenti, dove la smania da collezionista ha prevalso, ma sono errori che penso abbia commesso chiunque, rendendo la vasca più simile a una vetrina di un negozio, piuttosto che a un biotopo naturale.

Come coralli allevo principalmente Zoas e LPS e preferisco evitare gli sps, escluse le specie molto resistenti, primo perché sono convinto che Zoa e LPS necessitino di vasche molto “grasse”, secondo perché non faccio nessun tipo di integrazione per la triade.

Come ospiti invece ho inserito: un Paracanthurus hepatus (che col tempo verrá trasferito in una vasca adatta alle sue dimensioni) e un Ecsenius Bicolor, entrambi fondamentali per contenere la crescita algale; un Nemateleotris magnifica; un Halichoeres chrysus (utile per eliminare le planarie) e una coppia di Lysmata amboinensis, che, con le loro continue riproduzioni, forniscono importanti integrazioni di zooplancton alla vasca.

Ringrazio tutti i membri e gli admin di Zoanthus Mania, che hanno sicuramente rinforzato la mia passione per questo affascinante e misterioso hobby, dove certezze scientifiche sono ancora molto rare e anche i maggiori esperti hanno spesso visioni contrastanti.

 

Facebook Comments